Il paradigma accogliente – La filosofia interculturale in Raimon Panikkar

570Presentazione Libro:
La provocazione che Raimon Panikkar ha mosso alla filosofia occidentale consiste nell’essere stato egli stesso un interlocutore ironico del pensiero oggettivante, capace di rispondere con il silenzio alla ricerca autoreferenziale di oggettività e di indicare una via esperienziale per la comprensione della realtà. La sua lettura critica del genio classificatore della Modernità ha tratto ispirazione sia dalle forme di pensiero premoderne sia dalle visioni del mondo orientali, specialmente indica e buddhista, aprendo un percorso piuttosto inedito fra le prospettive della filosofia contemporanea. Il punto di partenza della riflessione filosofica di Panikkar è l’esame critico del processo di identificazione fra Essere e Pensiero. Il problema epistemologico sul quale essa si è concentrata è il superamento della frammentazione della conoscenza. L’esito cui è giunta è la descrizione di un approccio aperto nel quale la comprensione della realtà non derivi dalla separazione fra le parti e dalla loro definizione, ma dall’accoglienza della molteplicità in un orizzonte costitutivamente relazionale e unitario.
Dalla Prefazione al testo di Giuseppe Cognetti: “Ha scritto R. Fornet-Betancourt, ricordando l’impegno di J. P. Sartre contro il colonialismo e la sua critica conseguente dell’eurocentrismo (cfr. l’Orphée noir), che la svolta o la trasformazione interculturale della filosofia è attualmente necessaria anche perché rappresenta il cammino verso l’equilibrio culturale dell’umanità.
Oggi è più che mai politicamente urgente, proprio per contribuire anche sul piano del pensiero a indebolire l’asimmetria del potere dominante nel mondo, cominciare a ricostruire la storia della filosofia non tenendo più come unico fi lo conduttore lo sviluppo espansivo del logos occidentale, ma le differenti tradizioni di azione e di pensiero dell’umanità, e rinunciare alla prepotenza monistica dell’unica e universale storia della filosofia. (…) Certamente uno dei protagonisti della svolta interculturale della filosofia (e della teologia) assieme a F. Jullien, lo stesso Betancourt, F. M. Wimmer ed altri, è R. Panikkar. Sebbene da qualche anno i lavori su Panikkar, anche in Italia, si siano moltiplicati e la casa editrice Jaca Book abbia già pubblicato sei volumi dell’Opera Omnia, il suo pensiero non gode ancora grande fortuna, per la radicalità con cui affronta il tema del pluralismo e prende sul serio l’Altro, e anche perché vola alto rispetto ai persistenti limiti dogmatici della teologia italiana e gli sono del tutto estranei il provincialismo e l’arroganza di una fi losofi a in gran parte ancora irretita, quando va bene, nel pregiudizio hegeliano contro il pensiero orientale. Ora questo notevole libro di A. Calabrese esamina analiticamente il modo con cui Panikkar elabora le condizioni ermeneutiche della comprensione interculturale e le basi epistemologiche e teoretiche del dialogo delle culture. (…)”

Scheda Autore: Alessandro Calabrese
Alessandro Calabrese (Campi Salentina, Lecce, 1977) è dottore di ricerca in Scienze filosofiche presso l’Università degli studi di Siena. Insegnante di Filosofia e Storia, svolge attività didattiche di sostegno presso il Liceo delle Scienze Umane “Carlo Sigonio” di Modena.
Fra le sue pubblicazioni: “Il dialogo intrareligioso nella filosofia di Raimon Panikkar”, Quaderni di studi. Istituto Superiore di Scienze Religiose, Lecce, 2004; “La scoperta teoretica ed esistenziale del pluralismo nella filosofia delle religioni di Raimon Panikkar” in Simplegadi. Rivista di filosofia orientale e comparata, 2004; “Per uno studio della filosofia interculturale di Raimon Panikkar” in Democrazia e Diritto, 2008; “La nozione di fede nella filosofia delle religioni di Raimon Panikkar” in Religioni e Società, 2009; La secolarità sacra e la trascendenza immanente. Per un’introduzione all’intuizione cosmoteandrica di Raimon Panikkar, in P. Serra (a cura), Per la critica della secolarizzazione, Aracne Editrice, Roma, 2009. Il paradigma accogliente (Mimesis, 2012).

Autore: Calabrese Alessandro
Editore: Mimesis-Cirpit Edizioni, Collana Triquetra
Anno: 2012
Pagine: 140
ISBN: 9788857510088